Elementi della giacca in tweed

Prima che apparissero le giacche in tweed del taglio che chiamiamo classico, esistevano tanti modelli simili dell’abbigliamento maschile. Gli aristocrati in Europa indossavano i farsetti (giacca lunga monopetto senza risvolti), i piccoli borghesi – giacche, gli artisti – frac, i banchieri – smoking. I funzionari, i medici e gli ingegneri preferivano di indossare redingotte (giacca lunga un po’ avvitata monopetto).

Vestito maschile di due pezzi entrò in voga all’inizio del Novecento e da quel momento la giacca è la parte principale del guardaroba maschile. Diamo un’occhiata agli elementi di questo tipo di abbigliamento.

Risvolti della giacca

Le giacche in tweed da uomo non vanno in pensione già da 200 anni. La moda cambia, appaiono le nuove fogge, ma gli elementi base rimangono gli stessi.

Ogni giacca ha revers – risvolti simmetrici al collo che scendono fino al bottone superiore. Possono essere stretti, larghi, corti o lunghi, diagonali, rettangolari, oblique ecc.

Le estremità dei revers possono essere appuntite o scorrevoli e tonde.

Il risvolto può essere parte del collo (giacca in stile di apaches ovvero sciallato).

Tasche della giacca

Le tasche della giacca possono essere laterali esteriori (a filetto, con pattine, applicabili) e interne. Le tasche esterne sono una parte importante del capo, e la tasca interna è necessaria per portare i documenti o portafoglio. Le tasche possono essere anche finte (cucite o rinchiuse con pattine).

Bottoni della giacca

A seconda della foggia e del modello la giacca avrà una, due, tre o quattro bottoni (nel caso della giacca monopetto – fino agli otto bottoni), che possono essere grandi, medi, piccoli (in tinta con la stoffa oppure contrastanti). Sui polsini delle maniche i bottoni hanno funzione decorativa.

Spacco della giacca

Lo spacco è un’apertura nella parte inferiore del dorso della giacca che dà la libertà dei movimenti. La giacca può avere uno spacco – allora è situata nel centro del capo.

Se la foggia prevede due spacchi, si trovano sui lati della giacca. Ci sono anche i modelli dove lo spacco è assente – sono i blazer dritti, semiliberi.

Fazzoletti da tasca

Un fazzoletto nella tasca pettorale – un addobbo raramente usato nel vestito ufficiale. Però il vestito in tweed da sera o da festa è quasi sempre addobbato dal fazzoletto da tasca. È molto importante abbinare i colori nel modo giusto: si usano le combinazioni dei colori nobili e sfiziose.

Nel vestito elegante il fazzoletto è dello stesso colore che la giacca, ma è di uno o due toni più pallido (cioè un accessorio blu chiaro si abbina con una giacca blu scuro).

I fazzoletti si piegano secondo tutte le regole del galateo. Può essere a forma del quadrato, a punta ovvero un variante sagomato a flûte. La lunghezza del fazzoletto è scelta a seconda della larghezza della tasca, così che il pezzo della stoffa c’entri comodamente, e la parte anteriore sia vista a tutti. Secondo la fattura i fazzoletti sono:

  • delicati e leggeri (di batista e di seta);
  • ruvidi (di cotone e di lino);
  • In ogni caso i gli orli del capo devono essere nettamente marcati.

Ogni modalità di piegare il capo è scelto tenendo conto della foggia del vestito e dell’evento imminente. Questo accessorio come fazzoletto da collo rende l’aspetto rifinito ed esalta l’individualità del proprietario.

Puoi anche leggere su diverse foggie delle giacche.


Torna all'elenco

Go up