Su Harris Tweed

Harris Tweed è la stoffa che viene manufatta dagli abitanti delle isole scozzesi Harris, Lewis, Uist e Barra.

Per Harris Tweed tradizionale sono caratteristici i colori soffici per la creazione di cui si usavano le tinture naturali. Generalmente, per questi motivi si usavano licheni che rendono le sfumature rosso scuro, porporo e aracione rugginoso. Adesso Harris Tweed si produce in colori e sfumature vari.

Produzione della stoffa Harris Tweed

Dapprima il tessuto si chiamava “tweel” (inglese). La storia del nome narra che circa 1830 un commerciante londinese ricevette una lettera dalla città scozzese Hawick su una stoffa tweel. Il commerciante prese la lettera “l” per “d”, pensando che il materiale prendesse il nome dal fiume Tweed vicino alla città. Di conseguenza la merce cominciò a promuoversi sotto il nome di tweed e questo nome prese radice.

Durante le difficoltà finanziarie legate alla carenza della patata in 1846-1874 la contessa Catherine Murray partecipava alla promozione e sviluppo di Harris Tweed. Copiò tartan della famiglia Murray e con l’aiuto dei tessitori locali lo riprodusse sul tweed che venne usato dai cacciatori. Per fissare il successo contribuiva alla presta introduzione della produzione macchinaria nel processo della manufazione dell’abbigliamento in tweed. Inoltre, organizzava e pagava la formazione dei tessitori negli anni Quaranta dell’Ottocento, che in fin dei conti portò all’incremento tangibile delle vendite.

Con l’avvento della rivoluzione industriale tutta la Scozia si mise a meccanizzare diverse produzioni, ma le isolette restavano attaccate ai metodi tradizionali. Fino alla metà dell’Ottocento l’abbigliamento si produceva solo per l’uso personale sul mercato locale.  Solo in 1903-1906 cominciò l’espansione evidente sul nord della Scozia. In 1966 era l’auge – furono prodotte 7,6 milioni di iarde di tweed. Però Harris Tweed non scansò il serio calo che interessò l’industria tessile di tutta l’Europa. Harris Tweed sopravvisse solamente grazie alla sua qualità impeccabile e aiuto da parte dello stato.

Ai nostri tempi uno dei progetti di successo per Harris Tweed è stata la collaborazione con Nike e produzione delle scarpe sportive con l’uso del tweed. Harris Tweed produce circa 95% dei prodotti sull’isola di Lewis e va esportato in più di 40 paesi. Tali stilisti come Alexander McQueen, Calvin Klein, Ralph Lauren и Steven Alan comprano i prodotti. Harris Tweed tranne la sua attività principale è stato fornitore dei materiali per gli interni dell’albergo 5 stelle in Glasgow che è stato il secondo progetto del genere per l’azienda che prima lavorava sugli interni del liner Queen Elizabeth II negli anni Sessanta del Novecento. Poco fa l’azienda ha ricevuto due premi prestigiosi: Textile Brand in 2009 e Outstanding Achievement Award.

Adesso la produzione meccanizata ha sostituito tutti i processi che prima venivano eseguiti a mano, e solamente la tessitura fino a oggi manufatta.

Storia moderna di Harris Tweed

In 2004 Nike usò il tweed per la produzione di una seria limitata di trainer in stile rétro che prima si producevano anche negli anni Ottanta del Novecento. Nike ordinò 10000 metri di tweed, il design di cui fe elaborato di John Mackay abitante dell’isola Harris. Oltre Nike i prodotti di Harris Tweed nella sua collezione usò "The Healthy Back Bag Company", che realizzò l’intera collezione delle borse con il tweed.

A dicembre 2006 un imprenditore di Yorkshire, Brian Haggas, comprò KM Group che al momento era responsabile di 95% azioni della produzione Harris Tweed. Haggas, che possedeva la propria produzione tessile decise di comprare anche una piccola fabbrica Parkend nella città di Stornoway, chiudendola subito. Haggas ridusse 8000 design di tweed fino a 4, rinunciò a vendere tweed a qualcun’altro tranne le sue fabbriche della produzione dell’abbigliamento. In maggio 2008 Haggas annunciò la chiusura di 36 fabbriche.

In dicembre 2007 Harris Tweed Hebrides comprò la fabbrica chiusa in Stornoway. Harris Tweed Hebrides è presieduto dall’ex-premier britannico Brian Wilson, e l’investitore principale è il suo amico e il presidente dell’azienda petrolifera Ian Taylor.

Il protagonista del film “Angeli e demoni” e “Il codice da Vinci” porta Harris Tweed, nonché Miss Marple, l’investigatore. E qui si aggiunge Doctor Who.

Vivienne Westwood, la famosa stilista britannica è ammiratrice di Harris Tweed. Il logo della sua azienda assomiglia molto il logo di Harris Tweed. E in questo contesto Harris Tweed cercavano di obbligare Westwood in sede legale di cambiare il logo, ma lei vinse la causa indicando tre minore differenze tra i logo della sua azienda e di Harris Tweed.

In 2009 la stitilsta britannica Sara Berman realizzò una collezione limitata dei cappotti Harris Tweed.


Torna all'elenco

Go up