Come tweed sconfisse fame

Tweed è tessuto davvero unico. Non solo bello, ma anche duraturo. Non solo caldo, ma anche resistente al vento. Non solo attilato, ma resistente a tutti i capricci del tempo. Che dire se una volta salvò l’intera regione dalla fame terribile. E tutto grazie a una donna straordinaria.

Mal di patate

Nell’Ottocento gli agricoltori irlandesi e scozzesi assegnavano il ruolo prinicipale nella seminatura alla patata. La popolazione più povera che soffriva dalle tasse immense si salvava dalla fame solamente grazie alla patata. La patata finì in Inghilterra verso la fine del Cinquecento e subito divenne molto popolare. Altroche! I tuberi crescevano anche sul terreno povero e dava buon raccolto. La patata era il mangime del bestiame e del popolo, facendo maggior parte della razione quotidiana.

E quindi la catastrofe che scoppiò in Europa nel 1845 era più orrenda. Toccò molti paesi, colpendo più di tutto l’Irlanda – ma era un periodo duro anche in Scozia nel 1846-1847. La catastrofe era la carestia della patata – ma non solo il raccolto scarso, ma la malattia chiamata peronospora. Quest’infezione si trasmette con i flussi e le gocce d’acqua, accumulandosi nel terreno.

I tuberi infetti cominciarono a putrefarsi nel terreno e nei magazzini – fu danneggiato tutto il raccolto. Per di più, nella prossima stagione toccava piantare le patate già infette che, certamente, portò alle nuove carestie. La gente rimaneva senza lavoro, senza soldi e, la cosa più importante, senza la base della razione. Non si sa come sarebbe finito se non fosse stato per Catherine Murray, la vedova del conte Dunmore.

Cherchez la femme

La contessa Dunmore afferrò che lo sviluppo dell’industria tessile aiuterà ad affrontare la catastrofe nella regione. Prima ordinò un lotto dell’abbigliamento in tweed per i suoi cacciatori – in tartan di colori di famiglia. Ricevutolo la contessa giudicò il possibile successo che può raggiungere la manufazione di questa stoffa, e allo stesso tempo vide i difetti della qualità.

Si può dire che Catherine Murray notò la base della dottrina economica – l’offerta unica che possiede la regione. I problemi della qualità potevano essere risolti con l’aiuto del progresso tecnico e la contessa si occupò proprio di questo: organizzò l’attrezzatura tessile avanguardia (all’epoca). Inoltre la contessa lanciò i corsi di formazione professionale e di aggiornamento per i tessitori locali dove insegnavano come lavorare con le macchine nuove.

Il tweed cominciò a diffondersi oltre i confini della regione, le vendite crescevano e la conquista del mercato continuava a tutta velocità. Il tessuto unico diventò l’orgoglio nazionale – e assieme a questo salvò i connazionali affamati.


Torna all'elenco

Go up